venerdì 20 novembre 2015 redazione@anagni24.it

Niente dolo nell’esplosione di Anagni, ma si è rischiata la strage: ecco com’è andata

Nel momento della violenta deflagrazione molta gente stava facendo la spesa nell'adiacente supermercato

Poteva essere una strage. Non usa mezzi termini Frosinone Web per descrivere la pericolosità di quanto accaduto ieri ad Anagni nei pressi del supermercato Conad, in quel momento pieno di persone che stavano facendo la spesa. L’esplosione del magazzino dove sono tenute le merci ha scatenato il panico in tutta la città, comprensibilmente scossa per l’accaduto. Non si è trattato tuttavia di dolo, come qualcuno ha pensato e detto soprattutto dopo i fatti di cronaca degli ultimi giorni.

In realtà – spiega Frosinone Web – «degli operai di un’azienda telefonica stavano facendo dei lavori per installare la fibra ottica. Inavvertitamente hanno reciso un tubo del gas. L’ambiente all’interno del magazzino Conad in località Osteria la Fontana in pochi minuti si è riempito di gas. Qualcosa ha provocato la scintilla e c’è stata la deflagrazione.

A scopo precauzionale il sindaco Bassetta a chiuso le scuole nella zone interessata dall’esplosione, Osteria della Fontana, situata nella parte bassa della Città dei Papi.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA