martedì 17 settembre 2013 redazione@anagni24.it

Marangoni: il sindaco di Ceccano esprime solidarietà ai lavoratori e scrive a Zingaretti

Il Sindaco di Ceccano, con vicinanza e solidarietà ai lavoratori della Marangoni Tyre di Anagni, ha inviato una missiva alla Regione Lazio, rivolgendosi al Presidente, On. Zingaretti, all’Assessore allo sviluppo economico e Attività produttive del Lazio, prof. Guido Fabiani e all’Assessore al Lavoro del Lazio, prof.ssa Lucia Valente per chiedere aiuti concreti e fattivi al fine di scongiurare situazioni importanti di emergenza sociale.

Il Sindaco e l’Amministrazione, molto solidali con i lavoratori della Marangoni Tyre che in questi giorni guardano al loro futuro occupazionale con preoccupazione e apprensione, stanno seguendo con attenzione l’evolversi della situazione. Una delegazione di lavoratori è stata ricevuta nei giorni scorsi dal Primo Cittadino , che si dichiara pronta a svolgere il proprio ruolo sostenendo tutte le iniziative che l’Amministrazione reputa necessarie al fine di salvaguardare i posti di lavoro.

Purtroppo le notizie e gli eventi che stanno interessando i lavoratori della Marangoni Tyre suonano come l’ennesimo allarme che nasce da una crisi che attanaglia l’intero territorio. Di seguito il testo della lettera.

E’ di questi giorni la notizia di una imminente chiusura dello stabilimento della Marangoni Tyre di Anagni. Nel territorio di Ceccano circa 40 famiglie verrebbero colpite dalla crisi della Marangoni. Tale notizia, purtroppo, si inserisce in una situazione economico-sociale già pesantemente toccata da crisi occupazionali di altre aziende operanti sul territorio, basti pensare per tutte alla crisi della Videocon. Appare doveroso, oltre che esprimere sentimenti di solidarietà e vicinanza ai lavoratori, rappresentare la necessità che sia attivata ogni iniziativa per evitare un’ulteriore chiusura di un’importante attività economica individuando, nell’ambito dei tavoli istituiti su impulso degli Assessorati allo Sviluppo e al Lavoro della Regione Lazio, ogni possibile soluzione per fronteggiare la crisi. Nei citati tavoli istituzionali, accanto ai rappresentanti della Regione, dello Stato e delle parti sociali, ritengo che sia opportuna la partecipazione anche degli enti locali, che, come hanno dimostrato con la sottoscrizione del Piano per il rilancio del territorio presso il Comitato provinciale per il Lavoro e lo Sviluppo economico, sono pronti a fare la propria parte per evitare il prodursi di situazioni di emergenza sociale.

Il Sindaco
Avv. Manuela Maliziola

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA