lunedì 18 marzo 2013 redazione@anagni24.it

FP CGIL – “AUSL di Frosinone: continua lo smantellamento dell’Ospedale di Anagni”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Renzo Cellitti e Beatrice Moretti, rispettivamente Dirigente Sindacale e Segretario Generale FP CGIL Frosinone.

Sembra incredibile, ma altri dieci trasferimenti “pseudo temporanei”, di personale infermieristico e ausiliario sono stati disposti oggi a firma dei vertici della AUSL di Frosinone dal Presidio Ospedaliero di Anagni verso l’Ospedale di Alatri. L’esodo di infermieri da Anagni verso altri Poli continua incessante, ignorando completamente da parte aziendale, i doveri di informativa sindacale sulla programmazione della mobilità e in barba al regolamento regionale vigente in materia.

La FP CGIL di Frosinone lancia un grido di allarme sul futuro della struttura sanitaria anagnina che, a forza di trasferimenti solo formalmente temporanei, ma sostanzialmente “sine die”, rischia di non poter garantire più il funzionamento di neppure un ambulatorio. Inaccettabile per il sindacato questo modo di operare della AUSL di Frosinone, che dimostra di essere coerente su un unico aspetto: continua a navigare a vista – senza essere capace di elaborare un serio progetto di offerta complessiva dei servizi che eroga e, nel dettaglio, è assolutamente inconcludente sulla programmazione e riconversione dell’Ospedale di Anagni.

La FP CGIL di Frosinone contesta con forza l’operato della AUSL di Frosinone relativamente ai trasferimenti di personale anagnino, in quanto non tiene conto che tra pochi giorni interverrà una decisione di merito della Magistratura Amministrativa competente e al tempo stesso rischia di essere letta come una singolare accelerazione dei tempi, prima che una nuova Giunta Regionale possa rivedere l’offerta sanitaria complessiva.

La FP CGIL ritiene infatti urgente affrontare le criticità delle province esterne a Roma, causate dalle famose “macroaree” e in tale ambito discutere subito del rilancio del Presidio Ospedaliero di Anagni. Buon senso vorrebbe che in questa fase la AUSL di Frosinone evitasse “fughe in avanti” che rischiano di compromettere in modo irreversibile il livello di assistenza sanitario del territorio nord della nostra provincia.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita