Distrugge cabina dell’Enel con la macchina e “spegne” mezza Anagni

L’impatto di un’automobile contro una cabina elettrica ha praticamente fatto cenare al buio tante famiglie di Anagni domenica sera. L’incidente, verificatosi intorno alle 21, ha causato un black-out nella zona di San Filippo. Di seguito l’articolo pubblicato su Ciociaria Oggi nell’articolo a firma di Alessia Onorati.

«Un rocambolesco incidente quello avvenuto nella serata di domenica su Via Anticolana, a ridosso del bivio per Acuto. Un’auto è infatti piombata contro la centralina di una cabina Enel intorno alle 21 in un volo che l’ha fatta finire tra gli ulivi sotto la via adiacente. Nel travolgere il palo dell’Enel inoltre la Fiat Stilo, guidata da un uomo di Anagni, ha causato un blackout alla linea elettrica del quartiere periferico di San Filippo in cui moltissimi residenti hanno visto improvvisamente spegnersi le luci di casa e dei lampioni.

Fortunatamente il conducente della macchina non ha riportato gravi conseguenze. A partire dalle 21 infatti gli abitanti del popoloso rione anagnino sono rimasti senza corrente elettrica per oltre un’ora ed è stato l’intervento dei tecnici Enel a permettere il ripristino dell’elettricità nelle abitazioni colpite dal guasto facenti parte di una larga zona di San Filippo.

Un incidente dunque che, per quanto l’automobilista alla guida dell’utilitaria ne sia uscito indenne, ha però creato una serie di ripercussioni che hanno messo in ginocchio per qualche ora molte famiglie di San Filippo impossibilitate per diverso tempo ad usufruire del servizio Enel. Sul luogo dell’incidente i carabinieri della compagnia di Anagni e gli operatori del 118 che hanno soccorso l’uomo che ha riportato ferite, fortunatamente, non gravi.

Successivamente i tecnici dell’Enel hanno provveduto alla manutenzione della cabina falciata dall’automobilista a seguito dell’incidente. Hanno riparato, quindi, il guasto accorso permettendo dunque il ripristino del servizio elettrico interrotto. Tante famiglie infatti hanno dovuto fare i conti con la sopraggiunta oscurità, ma grazie al tempestivo intervento dei tecnici specialistici il blackout non si è protratto per un tempo più lungo».

Menu