18 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Diritti civili: a Souad Sbai il Premio dell’Accademia Bonifaciana di Anagni

L’Accademia Bonifaciana di Anagni consegnerà oggi, alle 18,00, presso la storica Sala della Ragione del Palazzo Comunale, il Premio Internazionale Bonifacio VIII a Souad Sbai, presidente dell’Associazione Donne Marocchine in Italia.

Nomi illustri figurano tra i premiati delle precedenti edizioni, tra cui Rita Levi Montalcini, Giulio Andreotti, Oscar Luigi Scalfaro, Carlo Azeglio Ciampi e Lorenzo Ornaghi. Sbai, giornalista e scrittrice, è nota nella realtà islamica per le sue battaglie contro l’estremismo a favore dei diritti umani, della libertà religiosa e per la difesa delle donne arabe segregate, umiliate e oppresse nel mondo.

Parte civile nel processo per l’omicidio di Rachida Radi, giovane donna marocchina uccisa nel Parmense dal marito perché convertitasi al cristianesimo, nel suo ultimo saggio “Le ombre di Algeri” (Curcio Editore), la Sbai racconta le storie delle vittime di questi spregevoli soprusi, commessi in nome del fondamentalismo religioso. È in uscita, in questi giorni, sempre per Curcio Editore, il suo nuovo libro sull’evoluzione della Primavera Araba.

Menu