24 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Cesa ad Anagni. Marino Fardelli: “Si riparte con la concretezza. Dalla politica impegno per l’economia ed il lavoro”

La concretezza di un impegno verso il territorio. E’ stato questo l’obiettivo della visita del segretario dell’Udc Lorenzo Cesa ad Anagni che, insieme al commissario regionale Antonio Saccone, hanno parlato subito di una politica che possa rispondere ai territori e ad una provincia, quella di Frosinone, che vive una situazione occupazionale drammatica. A commentare positivamente le dichiarazioni del segretario Cesa e del commissario Saccone, il consigliere regionale Marino Fardelli: “Il partito riparte dai territori e dai problemi reali. La vicinanza dei vertici dell’Udc con la presenza di Cesa e Saccone sono state dimostrate dai loro interventi incentrati sulle problematiche della provincia di Frosinone e sulle priorità dettate dalla situazione economica ed occupazionale”.

All’incontro ad Anagni, voluto dal segretario provinciale Michele Mele e dal coordinatore anagnino Emiliano Potenziani e da tutto il direttivo provinciale del partito, sono stati affrontati i temi caldi che interessano la provincia. In particolare il commissario Saccone ha dichiarato che “la Regione deve dare risposte ai problemi della Ciociaria dove si sta attraversando una grave crisi occupazionale e dove ci sono aziende anche importanti che chiudono i battenti lasciando senza futuro migliaia di lavoratori”.

Parole che hanno trovato pieno appoggio nel consigliere regionale Marino Fardelli: ”Bisogna che la Regione Lazio faccia rete con il Governo perché si creino i presupposti per il rilancio economico ed occupazionale, così come già avvenuto per il primo impegno a favore del territorio Anagni-Fiuggi. Il commissario Saccone ha centrato la questione e l’impegno del partito in questo senso è molto chiaro”. Di più ampio raggio l’intervento del segretario nazionale Cesa che, descrivendo l’obiettivo dell’Udc di costruire un nuovo soggetto politico che metta insieme i moderati, è tornato sulla necessità di incontrare “i problemi reali della gente”.

“L’attenzione dimostrata in questo incontro – ha concluso a commento il consigliere Fardelli – è la dimostrazione che l’impegno politico dell’Udc è avviato alla concretezza. Intercettare i bisogni reali dei territori è la buona politica che il partito intende mettere in campo, partendo proprio dalla situazione economica ed occupazionale per la quale ognuno di noi, nel proprio ruolo, si impegna fattivamente. Di fondamentale importanza per il progetto politico, il contributo che hanno dato tutti i dirigenti provinciali e gli amministratori locali” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo Lb-Udc.

Menu