Campo Staffi: avvio stagionale disastroso, tutto fermo. La rabbia di Sellari

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma Consigliere Comunale di “Filettino nel Cuore” Luca Sellari.

«Non posso fare a meno di notare e di far notare all’amministrazione comunale come la stagione sciistica di Campo Staffi, una delle principali risorse per la piccola comunità di Filettino, non sia ancora partita. Ciò ci deve rammaricare particolarmente nel momento in cui la stazione di Campo Catino, più o meno afflitta dalle stesse problematiche di Campo Staffi è invece, evidentemente, nel pieno della sua attività. Una circostanza, questa, che deve farci riflettere con serietà e anche con severità, nel momento in cui le casse pubbliche piangono e la nostra cittadinanza sconta una crisi molto pesante.

E’ giunta l’ora, e credo sia difficilmente confutabile, che i meccanismi organizzativi della macchina comunale scontino gravi lacune. Non solo, per esempio, gli impianti di risalita non sono in funzione ma persino il parcheggio è privo di funzionalità a causa della mancata pulizia dell’area. I pochi turisti che sono arrivati fino alla nostra stazione invernale hanno addirittura trovato chiusi i bagni pubblici e tale spiacevole circostanza si ripete, purtroppo, da qualche tempo.

Ora, cosa dire del nuovo impianto di risalita del Ceraso? Era nel programma elettorale del Sindaco, il quale già lo scorso anno ne prometteva l’apertura “senza ombra di dubbio”. Solo quest’anno e in netto ritardo, è stato contratto un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti per il completamento dell’opera. Il risultato, sotto gli occhi di tutti, è un’altra stagione senza impianti funzionanti e gravissimi disagi per le esangui tasche dei commercianti locali nonché per le stesse casse pubbliche. Una dilatazione dei tempi di realizzazione intollerabile e dannosa.

Non sono lieto, benché oppositore della giunta De Meis, di quanto accade. Non provo alcun piacere nell’assistere e denunciare le sue disfunzioni organizzative in quanto sono ben consapevole dei riverberi negativi sull’economia e la qualità della vita dei nostri concittadini che tali lentezze causano. Ritengo, dunque, di fondamentale importanza un confronto immediato, per il superamento degli ostacoli ora evidentissimi, per un serio programma di rilancio turistico dell’intero comprensorio, al quale far partecipare tutte le forze sane e produttive della zona. Superiamo dunque anche gli steccati ideologici e di parte e operiamo tutti insieme per il bene della nostra cittadina, poiché è ormai evidente come, dopo due anni di amministrazione, la macchina amministrativa e progettuale del Comune non sia stata in grado di far fronte da sola alle necessità. Occorre salvare il salvabile e mi auguro che il Sindaco comprenda l’importanza e la gravità del momento.»

Menu