martedì 9 dicembre 2014 redazione@anagni24.it

«Buongiorno signora, mi manda il parroco». Ennesimo pericolo per gli anziani ciociari

Ennessima trappola per gli anziani ciociari. Non bastavano i finti amici dei figli con le loro storie sulle assicurazioni non pagate, piuttosto che i falsi dipendenti comunali alla porta per le bollette del gas: ora non si può neanche più fare l’offerta per la parrocchia in serenità. Al contrario, sarà necessario fare il terzo grado a coloro che bussano alla porta.

Tutto questo perché qualcuno nella zona di Serrone, piccolo centro nel nord della provincia di Frosinone, ha pensato bene di girare per le case chiedendo offerte per finalità sociali e benefiche, fingendosi volontario della parrocchia guidata da don Ramon Bravo. La notizia, riportata da Danilo Ambrosetti su Il Quotidiano Ciociaria, ha fatto in un attimo il giro della provincia, suscitando ancora più apprensione in un popolo già falcidiato da furti a ripetizione e truffe varie.

Il sacerdote, naturalmente, ha già sporto denuncia contro ignoti, allo scopo di tutelarsi e mettere in guardia i cittadini. «Non ho mai autorizzato alcuno a girare per le case chiedendo soldi in nome e per mio conto», ha tuonato il religioso, comprensibilmente amareggiato per l’accaduto. Le famiglie della zona, nel frattempo, stanno facendo tutto il possibile per informare i loro congiunti più anziani sul pericolo che corrono.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA