4 febbraio 2015 redazione@ciociaria24.net

Beccate quattro “sanguisughe” ciociare, tre in America ed una in Europa

“C’è un buco nello Stato dove i soldi van giù”, cantava Adriano Celentano nella sua “Svalutation”, pezzo del 1976. Evidentemente, 40 anni dopo l’incisione della famosa canzone del molleggiato, alcune persone non hanno perso il vizietto. Il caso scoperto dalla Guardia di Finanza di Anagni riguarda 4 persone di origine ciociara, precisamente di paesi dell’hinterland anagnino, che per anni hanno percepito senza averne il diritto, l’assegno sociale dell’Inps.

Il danno complessivo secondo le Fiamme Gialle ammonterebbe a 350.000 euro. L’assegno in questione viene erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale a tutti i cittadini italiani e stranieri, residenti in Italia, che hanno compiuto 65 anni e vivono in condizioni economiche disagiate.

I finanzieri, incrociando i nomi di 4 persone di origine ciociara ma residenti all’estero, tre oltreoceano e una nell’U.E., con i percettori dell’assegno, sono riusciti a scoprire la frode. I 4 furbetti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Frosinone per “Indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato”.

Menu