20 febbraio 2015 redazione@ciociaria24.net

53enne ciociaro lanciatore di coltelli improvvisato per un lavoro non pagato

Nella giornata di oggi i Carabinieri della Stazione di Guarcino hanno denunciato per “minaccia aggravata, atti persecutori ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose” un 53enne ciociaro già censito. L’uomo, qualche giorno prima, al culmine di una reiterata condotta persecutoria aveva lanciato all’interno del cortile dell’abitazione di un 60enne di Trivigliano un manoscritto, avvolto ad un coltello della lunghezza di cm 22, contenente frasi minatorie.

Dai primi accertamenti eseguiti dai militari operanti è stato appurato che il gesto era riconducibile ad alcune prestazioni di lavoro fatte per conto del figlio di quest’ultimo e mai retribuite. Il manoscritto ed il coltello sono stati sequestrati. Il denunciato, inoltre, ricorrendone i presupposti di legge, è stato proposto per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Trivigliano per tre anni.

Menu